Meglio HTTPS o HTTP, cosa ne pensa Google

L’HTTPS un fattore di ranking

Da sempre Google preferisce i siti attendibili e certificati, a metà del 2014 annuncia che l’https diventa un segnale di ranking e quindi fattore di posizionamento sui risultati di ricerca organici.

Cos’è l’HTTPS

Per farla semplice, l’HTTPS è la versione sicura dell’HTTP (Hypertext Transfer Protocol) che per trasportare dati in modalità sicura lavora congiuntamente con altri protocolli come SSL, TLS e OpenSSL.

E’ proprio il trasporto di dati sicuro che sta a cuore a Google che da sempre si prende cura di ciò che l’utente vede visivamente ma anche di avere un’ulteriore livello di sicurezza durante lo spostamento dei dati dal punto A al punto B.

Un po più in dettaglio, l’HTTPS fornisce tre layers di protezione:

  • crittografia durante lo scambio di dati
  • integrità dei dati che non possono essere modificati o danneggiati durante il trasferimento senza essere scoperti
  • autenticazione dimostra che gli utenti comunicano con il sito web desiderato

Vantaggi SEO sull’HTTPS

Su blog ufficiale Google ha annunciato che quando due URL dello stesso dominio sembrano avere lo stesso contenuto, e quindi sembrano essere la stessa pagina ma servita sia su protocollo https che protocollo http, sarà indicizzata e preferita la pagina esporta con l’url in HTTPS se vengono rispettate le seguenti condizioni  :

  • la pagina in https non contiene dipendenze insicure
  • la pagina in https non è bloccata dal robots.txt
  • la pagina in https non reindirizza gli utenti alla pagina in http
  • la pagina in https non ha un link rel=”canonical” alla pagina HTTP
  • la pagina in https non contiene il tag noindex
  • la pagina in https non ha links con url in http verso risorse esterne al sito
  • la sitemap elenca l’url https o non elenca la versione HTTP
  • il server dispone di un certificato TLS valido

Proprio su quest’ultimo punto bisogna prestare particolare attenzione perchè se si espone un sito in https con certificato non valido o scaduto si rischiano penalizzazioni da parte di Google.

In ottica SEO i test effettuati sull’HTTPS hanno evidenziato “risultati positivi” in termini di rilevanza e di posizionamento nei risultati di ricerca organici. Un punto di attenzione riguarda la velocità di fruizione delle pagine in HTTPS perchè durante la cifratura dei dati si ha un minimo di rallentamento.

Per concludere, Google che ha a cuore il proprio business, con questa azione riduce il rischio per i suoi utenti di navigare un sito web attraverso una connessione insicura vulnerabile ad attacchi di iniezione di contenuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *